social network

I social network cederanno il passo ai video online

I video online nel 2012 hanno contato circa 1 miliardo di utenti in tutto il mondo contro i seguaci di Facebook e Twitter che sono arrivati a 1,2 miliardi. Questi i dati pubblicati da Cisco che fa una stima per il 2017: l’81% degli utenti di internet utilizzerà servizi di video online, circa 2 miliardi di persone, mentre il 70% ossia 1,73 miliardi sarà la popolazione dei social network. Un’inversione di marcia, quindi, che proietta i video anche in testa alla classifica dell’online advertising. Lo rivela il rapporto AdEx Benchmark realizzato da Iab Europe secondo cui video e mobile sono i fattori trainanti nel settore della pubblicità online. In particolare il primo ha fatto registrare un +50,6% nel 2012 (circa 661,9 milioni di euro), il secondo ha registrato un exploit del 78,3% (circa 392 milioni di euro). Anche i dati Audiweb di aprile 2013 confermano le precedenti ricerche e l’andamento positivo dei video online con 71,6 milioni di stream views (video fruiti) mensili e 6,4 milioni di utenti che hanno visualizzato almeno un contenuto video online. Un futuro roseo che It Media Consulting aveva già previsto in un rapporto del 2010 affermando che “internet si ritaglierà un ruolo sempre più importante per il futuro nell’industria dei media audiovisivi, grazie al rapido sviluppo e alla crescente popolarità dei servizi video su web”. Non occorre quindi aspettare il 2017, per i video online si può già parlare di pole position.